2.2 Configurazione dell’impianto

Una volta creato il primo impianto sarÓ necessario configurare tutti i dispositivi da controllare.
PIC

Si ricorda che la modifica dell’impianto Ŕ possibile solamente se l’applicativo si trova in modalitÓ modifica, modalitÓ che pu˛ essere impostata nelle impostazioni generali e che Ŕ abilitata di default alla prima esecuzione.

Per controllare se la modalitÓ modifica Ŕ attiva o disattiva bisogna accedere al men¨ della schermata principale e premere sul tasto [Impostazioni].

Con l’applicativo in modalitÓ modifica sarÓ possibile premere a lungo su ogni oggetto per poter effettuare la modifica e la cancellazione degli oggetti con l’apparizione di un men¨.

2.2.1 Configurazione delle luci

La sezione Luci pu˛ contenere oggetti di tipo Luce oppure pagine che conterranno a loro volta oggetti di tipo luce. La sezione permette l’inserimento, la modifica e l’eliminazione delle luci.

Inserimento di una nuova luce nella pagina principale

Configurazione di una luce

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale della luce. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””Pagina””

Contiene la descrizione della pagina di appartenza della luce.
Campo ””Interfaccia””

Contiene l’indirizzo dell’interfaccia che gestisce il ramo del bus dove Ŕ presente l’attuatore. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta (scegliere ””Principale”” se l’impianto non ha interfacce di espansione).
Campo ””Indirizzo””

Contiene l’indirizzo dell’attuatore da comandare per controllare la luce. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere un indirizzo singolo, un ambiente, un gruppo o scegliere ””Generale”” per controllare tutte le luci.
Campo ””ModalitÓ””

Contiene la modalitÓ con cui controllare la luce. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere tra ””Normale”” ( classico ON/OFF ), ””Dimmer”” (con la regolazione dell’intensitÓ luminosa) e ””Solo off”” (come ””Normal”” ma nella finestra di controllo apparirÓ solamente il tasto OFF).
Campo ””Timer””

Questo campo Ŕ visibile solo con ModalitÓ=Normale e contiene l’eventuale intervallo dopo il quale la luce si spegnerÓ automaticamente.
Campo ””Preferito””

Gestisce la presenza o meno della luce nella sezione Preferiti.
Campo ””Zone””

Questo campo Ŕ visibile solo se Ŕ stata creata una ””zona””. Contiene la zona o le zone (precedentemente caricate) dove la luce sarÓ presente. Consultare la Configurazione delle zone per maggiori informazioni su questo campo.
Campo ””Immagine””

Contiene l’immagine che verrÓ mostrata nella finestra di controllo della luce. Toccando il campo si potrÓ scegliere tra la selezione dell’immagine dall’archivio foto del dispositivo o lo scatto diretto della foto con la fotocamera del dispositivo.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione e toccare l’oggetto appena creato per testarne il funzionamento.
PIC

Inserimento di una nuova pagina

Inserimento di una nuova luce in una pagina secondaria

Modifica di una luce

Modifica di una pagina

Eliminazione di una luce

Eliminazione di una pagina

2.2.2 Configurazione delle automazioni

La sezione Automazioni pu˛ contenere oggetti di tipo Automatismo oppure pagine che conterranno a loro volta oggetti di tipo automatismo. La sezione permette l’inserimento, la modifica e l’eliminazione degli automatismi.

Inserimento di un nuovo automatismo nella pagina principale

Configurazione di un automatismo

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale dell’automatismo. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””Pagina””

Contiene la descrizione della pagina di appartenza dell’automatismo.
Campo ””Interfaccia””

Contiene l’indirizzo dell’interfaccia che gestisce il ramo del bus dove Ŕ presente l’attuatore dell’automatismo. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta (scegliere ””Principale”” se l’impianto non ha interfacce di espansione).
Campo ””Indirizzo””

Contiene l’indirizzo dell’attuatore da comandare per controllare l’automatismo. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere un indirizzo singolo, un ambiente, un gruppo o scegliere ””Generale”” per controllare tutti gli automatismi.
Campo ””ModalitÓ””

Contiene la modalitÓ con cui controllare L’automatismo. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere tra due gruppi di valori. Il primo che contiene le scelte ””Serranda””, ””Tenda””, ””Basculante”” e ””Cancello”” gestisce l’attuatore impostato come interbloccanti mentre il secondo gruppo che contiene le scelte ””Serratura””, ””Ventola””, ””Irrigatore””, ””Presa comandata”” gestisce l’attuatore normale on/off””.
Campo ””Timer””

Questo campo Ŕ visibile solo con ””ModalitÓ””=””Serratura”” o ””Ventola”” o ””Irrigatore”” o ””Presa comandata”” e contiene l’eventuale intervallo dopo il quale il carico si spegnerÓ automaticamente.
Campo ””Preferito””

Gestisce la presenza o meno dell’automatismo nella sezione Preferiti.
Campo ””Zone””

Questo campo Ŕ visibile solo se Ŕ stata creata una ””zona””. Contiene la zona o le zone (precedentemente caricate) dove l’automatismo sarÓ presente. Consultare la Configurazione delle zone per maggiori informazioni su questo campo.
Campo ””Immagine””

Contiene l’immagine che verrÓ mostrata nella finestra di controllo dell’automatismo. Toccando il campo si potrÓ scegliere tra la selezione dell’immagine dall’archivio foto del dispositivo o lo scatto diretto della foto con la fotocamera del dispositivo.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione e toccare l’oggetto appena creato per testarne il funzionamento.
PIC

Inserimento di una nuova pagina

Inserimento di un nuovo automatismo in una pagina secondaria

Modifica di un automatismo

Modifica di una pagina

Eliminazione di un automatismo

Eliminazione di una pagina

2.2.3 Configurazione delle zone

La sezione Zone pu˛ contenere ogni tipo di oggetto oppure sottozone che conterranno a loro volta oggetti di ogni tipo. La sezione permette l’inserimento, la modifica e l’eliminazione degli oggetti.

Inserimento di una nuova zona principale

Configurazione di una zona

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale del comando. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””Icona””

Contiene l’icona con cui verrÓ rappresentata la zona. Toccando il campo si apre la relativa schermata di selezione.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione.

Inserimento di una nuova sottozona in una zona principale

Modifica di una zona

Modifica di una sottozona

Eliminazione di una zona o di una sottozona

Assegnazione di un oggetto ad una o pi¨ zone o sottozone

2.2.4 Configurazione degli scenari

La sezione Scenari pu˛ contenere oggetti di tipo scenario oppure pagine che conterranno a loro volta oggetti di tipo scenario. La sezione permette l’inserimento, la modifica e l’eliminazione degli scenari.

Inserimento di un nuovo scenario nella pagina principale

Configurazione di uno scenario
L’applicazione gestisce tre tipi di centrali scenari. La modalitÓ della centralina scenari disponibile nell’impianto Ŕ selezionabile dal campo ””ModalitÓ”” e, a seconda del valore scelto, i campi da compilare cambiano. I valori selezionabili sono:

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale dello scenario. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””Pagina””

Contiene la descrizione della pagina di appartenza dello scenario.
Campo ””Interfaccia””

Contiene l’indirizzo dell’interfaccia che gestisce il ramo del bus dove Ŕ presente la centralina scenari. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta (scegliere ””Principale”” se l’impianto non ha interfacce di espansione).
Campo ””Indirizzo””

Contiene l’indirizzo della centraliana scenari. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta.
Campo ””ModalitÓ””

Contiene la modalitÓ con cui l’applicazione gestisce lo scenario.
Campo ””Tasto””

Questo campo Ŕ visibile solo con ModalitÓ=Normale e contiene il tasto associato allo scenario nella centralina scenari.
Campo ””T.abilita””

Questo campo Ŕ visibile solo con ModalitÓ=Evoluto e contiene il tasto associato allo scenario nella centralina scenari per abilitare lo scenario.
Campo ””T.attiva””

Questo campo Ŕ visibile solo con ModalitÓ=Evoluto e contiene il tasto associato allo scenario nella centralina scenari per attivare lo scenario.
Campo ””T.disabilita””

Questo campo Ŕ visibile solo con ModalitÓ=Evoluto e contiene il tasto associato allo scenario nella centralina scenari per disabilitare lo scenario.
Campo ””T.disattiva””

Questo campo Ŕ visibile solo con ModalitÓ=Evoluto e contiene il tasto associato allo scenario nella centralina scenari per disattivare lo scenario.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione e toccare l’oggetto appena creato per testarne il funzionamento.
PIC

Inserimento di una nuova pagina

Inserimento di un nuovo scenario in una pagina secondaria

Modifica di uno scenario

Modifica di una pagina

Eliminazione di uno scenario

Eliminazione di una pagina

2.2.5 Configurazione dei suoni

La sezione Suoni pu˛ contenere oggetti di tipo Amplificatore o Canale. La sezione permette l’inserimento, la modifica e l’eliminazione degli amplificatori e dei canali.

Inserimento di un nuovo amplificatore

Configurazione di un amplificatore

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale dell’amplificatore. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””Indirizzo””

Contiene l’indirizzo dell’amplificatore. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere un indirizzo singolo o scegliere ””Generale”” per controllare tutti gli amplificatori.
Campo ””Preferito””

Gestisce la presenza o meno dell’amplificatore nella sezione Preferiti.
Campo ””Zone””

Questo campo Ŕ visibile solo se Ŕ stata creata una ””zona””. Contiene la zona o le zone (precedentemente caricate) dove l’amplificatore sarÓ presente. Consultare la Configurazione delle zone per maggiori informazioni su questo campo.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione e toccare l’oggetto appena creato per testarne il funzionamento.
PIC

Inserimento di un nuovo canale

Configurazione di un canale

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale del canale. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””ModalitÓ impianto””

In questo campo Ŕ possibile scegliere tra ””Mono canale”” e ””Multi canale”; scegliere ””Mono canale”” se si dispone di una matrice ””Mono canale””, scegliere invece ””Multi canale” se si dispone di una matrice ”Multi canale””. Si noti come la scelta di ””Mono canale”” precluda la possibilitÓ di aggiungere nuovi canali.
Campo ””Indirizzo””

Contiene l’indirizzo del canale. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere un indirizzo singolo o scegliere ””Generale”” per controllare tutti i canali.
Campo ””Sorgente 1-2-3-4””

Si divide in campo ””ModalitÓ”” che presenta la scelta della sorgente tra:

e campo ””Descrizione””, il quale Ŕ presente se nel campo precedente non Ŕ selezionato ””Nessuno””: contiene la descrizione testuale della sorgente. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione. Dopo la configurazione di un canale Ŕ possibile testarlo cliccando su un amplificatore precedentemente configurato, il quale presenterÓ la seguente schermata.
PIC

Modifica di un amplificatore

Modifica di un canale

Per cambiare la ””modalitÓ impianto”” Ŕ necessario eliminare prima il canale (per quanto riguarda ””Mono canale””) o tutti i canali (per quanto riguarda ””Multi canale””) interessati.

Eliminazione di un amplificatore

Eliminazione di un canale

2.2.6 Configurazione del clima

Inserimento di un impianto

Configurazione di un impianto

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale dell’impianto. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””ModalitÓ””

Consente la scelta per la configurazione di una centrale a ”4 zone” o a ”99 zone”.

-Inserimento di una centrale

Configurazione di una centrale

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale della centrale. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””Indirizzo””

Contiene l’indirizzo della centrale. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere un indirizzo singolo.
Campo ””Preferito””

Gestisce la presenza o meno della centrale nella sezione Preferiti.
Campo ””Zone””

Questo campo Ŕ visibile solo se Ŕ stata creata una ””zona””. Contiene la zona o le zone (precedentemente caricate) dove la centrale sarÓ presente. Consultare la Configurazione delle zone per maggiori informazioni su questo campo.
Campo ””Programma 1-2-3””

Contiene la descrizione testuale dei programmi. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione e toccare l’oggetto appena creato per testarne il funzionamento. Cliccando sull’icona in basso a destra Ŕ possibile accedere al pannello di controllo della centrale.
PIC PIC

-Inserimento di una zona

Configurazione di una zona

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale della zona. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””ModalitÓ””

Consente la scelta per la configurazione di una zona ”Normale” o ”Fancoil”.
Campo ””Indirizzo””

Contiene l’indirizzo della zona. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere un indirizzo singolo.
Campo ””Preferito””

Gestisce la presenza o meno della zona nella sezione Preferiti.
Campo ””Zone””

Questo campo Ŕ visibile solo se Ŕ stata creata una ””zona””. Contiene la zona o le zone (precedentemente caricate) dove la zona sarÓ presente. Consultare la Configurazione delle zone per maggiori informazioni su questo campo.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione e toccare l’oggetto appena creato per testarne il funzionamento. Cliccando sull’icona in basso a destra Ŕ possibile accedere al pannello di controllo della zona.
PIC PIC

Inserimento di una zona non controllata

Configurazione di una zona non controllata

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale della sonda passiva della zona non controllata. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””Indirizzo””

Contiene l’indirizzo della sonda. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere un indirizzo singolo.
Campo ””Indirizzo slave””

Contiene l’indirizzo slave della sonda. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere un indirizzo singolo.
Campo ””Preferito””

Gestisce la presenza o meno della sonda nella sezione Preferiti.
Campo ””Zone””

Questo campo Ŕ visibile solo se Ŕ stata creata una ””zona””. Contiene la zona o le zone (precedentemente caricate) dove la sonda sarÓ presente. Consultare la Configurazione delle zone per maggiori informazioni su questo campo.

Inserimento di una sonda esterna

Configurazione di una sonda esterna

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale della sonda passiva della zona non controllata. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””Indirizzo””

Contiene l’indirizzo della sonda. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere un indirizzo singolo.
Campo ””Preferito””

Gestisce la presenza o meno della sonda nella sezione Preferiti.
Campo ””Zone””

Questo campo Ŕ visibile solo se Ŕ stata creata una ””zona””. Contiene la zona o le zone (precedentemente caricate) dove la sonda sarÓ presente. Consultare la Configurazione delle zone per maggiori informazioni su questo campo.

Modifica di un impianto

Modifica di una centrale

Modifica di una zona

Modifica di una zona non controllata

Modifica di una sonda esterna

Eliminazione di un impianto

Eliminazione di una centrale

Eliminazione di una zona

Eliminazione di una zona non controllata

Eliminazione di una sonda esterna

2.2.7 Configurazione delle telecamere

La sezione Telecamere pu˛ contenere oggetti di tipo telecamera. La sezione permette l’inserimento, la modifica e l’eliminazione delle telecamere.

Inserimento di una nuova telecamera

Configurazione di una telecamera
L’applicazione gestisce due tipi di telecamere. La modalitÓ con cui l’applicazione gestisce la telecamera Ŕ selezionabile dal campo ””ModalitÓ”” e, a seconda del valore scelto, i campi da compilare cambiano.
I valori selezionabili sono:

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale della telecamera. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””ModalitÓ””

Contiene la modalitÓ con cui l’applicazione gestisce la telecamera.
Campo ””Livello””

Questo campo Ŕ visibile solo con ModalitÓ=BUS e contiene il livello della telecamera sul bus. E’ possibile scegliere tra ””Privato”” e ””Pubblico””.
Campo ””Indirizzo””

Questo campo Ŕ visibile solo con ModalitÓ=BUS e contiene l’indirizzo della telecamera sul bus.
Campo ””Url””

Questo campo Ŕ visibile solo con ModalitÓ=IP e contiene l’url dove la telecamera pubblica l’immagine della ripresa. Eventuali credenziali verranno richieste in fase di visualizzazione dell’immagine con la possibilitÓ di salvarle in maniera permanente.
Campo ””Password””

Il campo password Ŕ richiesto se nella configurazione ”videocontrollo” del gateway Ŕ stato abilitato.
Campo ””Mostra controllo luci scale”” e ””serratura””

Permette il controllo delle luci delle scale e della serratura se la telecamera lo permette.
Campo ””Preferito””

Gestisce la presenza o meno della telecamera nella sezione Preferiti.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione e toccare l’oggetto appena creato per testarne il funzionamento.
PIC

Modifica di una telecamera

Eliminazione di una telecamera

2.2.8 Configurazione dei comandi

La sezione Comandi pu˛ contenere oggetti di tipo comando oppure pagine che conterranno a loro volta oggetti di tipo comando. La sezione permette l’inserimento, la modifica e l’eliminazione dei comandi.

Inserimento di un nuovo comando

Configurazione di un comando personalizzato

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale del comando. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””Comando””

Contiene il comando OpenWebNet da inviare al gateway.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione e toccare l’oggetto appena creato per testarne il funzionamento.
PIC

Modifica di un comando

Eliminazione di un comando

2.2.9 Configurazione dei preferiti

La sezione Preferiti pu˛ contenere ogni tipo di oggetto. Per aggiungere un preferito, modificare un oggetto e nel campo ””Preferito”” premere sul checkbox, quindi toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione.
PIC

2.2.10 Configurazione della visualizzazione energia e consumi

La sezione Energia pu˛ contenere oggetti di tipo Misuratore. La sezione permette l’inserimento, la modifica e l’eliminazione dei misuratori.

Inserimento di un nuovo misuratore

Configurazione di un misuratore

Campo ””Descrizione””

Contiene la descrizione testuale del misuratore. Toccando il campo si apre la relativa schermata di modifica.
Campo ””Indirizzo””

Contiene l’indirizzo del misuratore. Toccando il campo si apre la relativa finestra di scelta ed Ŕ possibile scegliere un indirizzo singolo.
Campo ””ModalitÓ””

Contiene la tipologia di misuratore da configurare.
Campo ””UnitÓ di misura””

Contiene le unitÓ di misura disponibili a seconda della modalitÓ selezionata.
Campo ””Preferito””

Gestisce la presenza o meno del misuratore nella sezione Preferiti.
Campo ””Zone””

Questo campo Ŕ visibile solo se Ŕ stata creata una ””zona””. Contiene la zona o le zone (precedentemente caricate) dove il misuratore sarÓ presente. Consultare la Configurazione delle zone per maggiori informazioni su questo campo.

Toccare il tasto [Salva] per uscire dalla configurazione e toccare l’oggetto appena creato per testarne il funzionamento. Cliccando sull’icona in basso a destra Ŕ possibile accedere alle statistiche del misuratore. Per cambiare la visualizzazione tra anni, mesi o giorni, cliccare la freccia a destra; per cambiare l’anno, il mese o il giorno in esame, cliccare sulle frecce verticali all’interno della scheda corrispondente.
PIC PIC

Modifica di un misuratore

Eliminazione di un misuratore